Quando ti sento muovere dentro

ho un esplosione nel cuore al centro

Goccia d’amore venuta dal nulla

ti attendo impaziente dentro la culla

Guardo il mio corpo fattosi guscio

come l’ingresso così il tuo uscio

E con meraviglia e toccandoti piano

penso a quanto insieme andremo lontano

Di visioni e di mondi ti canto canzoni

di sorrisi rotondi ti mando emozioni

Col tuo papà mille notti d’amore

pensando a te contando le ore

In attesa dell’onda che a noi come il mare

ti porterà per farti abbracciare

Non ci sarà giorno più bello

di quello in cui tu sarai il nostro anello

Non ci sarà giorno più intenso

di quello in cui qui sarai il nostro immenso.

Ho scritto questa filastrocca in occasione del corso pre-parto che sto seguendo, su richiesta della mia meravigliosa ostetrica.

L’illustrazione è invece di Sonia Maria Luce Possentini, e pubblicata nel bellissimo libro I canti dell’attesa scritto da Sabrina Giarratana ed edito da Il Leone Verde.